RICORRENZE

Login

CAI Consiglia

Lo Scarpone

Il CAI di Susa visita il Lago d’Iseo e Monte Isola


Domenica 17 Giugno 2018

Alcune foto della gita.

Domenica 17 giugno, in una splendida giornata di sole, cinquantadue soci sono arrivati sul Lago d’Iseo, che divide le Province lombarde di Brescia

e Bergamo, per scoprire il Monte Isola, una montagna verde che emerge al centro del Lago.
Pochi minuti di traghetto e ci si trova in un ambiente di notevole bellezza dove si incontrano suggestivi borghi, terrazzamenti coltivati e una lussureggiante vegetazione.
L’isola ha una superficie di quasi 5 Kmq e una circonferenza di 9 Km, con una forma asimmetrica e varia da un minimo di 187 ad un massimo di 600 metri di altitudine sul livello del mare.
Due le cime di questa particolare montagna, con alla sommità i monumenti storici più importanti.
Il nostro itinerario, partendo da Peschiera Maraglio, attraverso una antica mulattiera, ci ha condotti al paese di Cure oltre il quale abbiamo raggiunto a 600 metri, tra boschi di castagni e antiche rocce dolomitiche, il Santuario della Madonna della Ceriola (XIII secolo), la prima chiesa dell’isola dove si trova la Madonna, protettrice non solo dei montisolani ma di tutto il lago, raffigurata in un’opera lignea del XII secolo, intagliata in un tronco di cerro.
Questa cima è il punto più panoramico del lago dove è possibile vedere quasi tutti i paesi delle due sponde sebine, oltre alla riserva naturale delle Torbiere e a gran parte della Franciacorta.
Sul promontorio più basso, coperto da coltivazioni d’ulivi e viti, vi è la Rocca Oldofredi -Martinengo, un antico castello costruito nel XIV secolo come punto strategico di avvistamento e difesa.
I nuclei abitati del Comune di Monte Isola, dove da sempre sono vietate le automobili, sono 11, alcuni in stretta relazione con il lago, altri situati lungo la fascia pianeggiante di media collina, alcuni verso la sommità della montagna che abbiamo avuto la possibilità di vedere, come i borghi di Masse ed Olzano, facendo il percorso di ritorno ad anello, attraverso un fitto bosco, fino a Peschiera, dove ci siamo tuffati in mezzo ad una grande massa di turisti, bar, negozi di souvenir e barche di ogni tipo.
Il ritorno è stato allietato da un piacevole intermezzo dolciario con relativo brindisi offerto dal nostro amico e socio Franco Bosio, che ha festeggiato i suoi pimpanti ed arzilli 80 anni.
Grazie agli amici Marilena Chiolero e Beppe Giacomi per aver organizzato questo splendido tuffo nel lago d’Iseo.
Eligio Alasonatti

Privacy Policy