RICORRENZE

Login

CAI Consiglia

Lo Scarpone

Rocciamelone – Festa dei 4 Comuni 2017


Sabato 22 Luglio 2017

Montagna da sempre protagonista di storia e leggende, il Rocciamelone nei secoli passati è stata considerata per lungo tempo la più alta cima delle

Alpi Cozie.
Fu Bonifacio Rotario d’Asti che nel 1358 raggiunse per primo la cima a quota 3538 metri, portando con sé un trittico bronzeo, custodito attualmente nella cattedrale di San Giusto di Susa e da allora si susseguirono le salite alla vetta lungo un percorso tracciato da Rotario, tanto che nel 1419 il duca Amedeo VIII di Savoia fece costruire un piccolo ricovero per pellegrini a quota 2854 m.
Nel 1895 nacque una idea grandiosa per il Rocciamelone: il progetto di porre sulla sommità del monte una statua dedicata alla Vergine Maria. L’opera fu realizzata grazie al contributo economico per la sua costruzione di oltre 130.000, i cui nomi furono poi depositati nel piedistallo della statua, dove su una targa si legge: “I bimbi d’Italia a Maria”.
A partire dal 1999, ogni anno gli amici di Mompantero, Novalesa, Bessans e Usseglio si ritrovano in cima al Monte per ricordare la posa della statua della Madonna e per rinnovare i sentimenti di amicizia, simpatia e fraternità delle nostre comunità e della nostra fede comune.
Quest'anno inoltre, la salita al Rocciamelone, è stata inserita nel progetto del CAI per ricordare l'anniversario dei 145 anni della fondazione della nostra sezione CAI secondo il motto"La montagna unisce".
Un folto gruppo di italiani e francesi si sono trovati in vetta, accolti dall’impareggiabile Fulgido, per una preghiera ed una foto ricordo.
Dopo la discesa al rifugio La Riposa per un aperitivo offerto dall’Amministrazione di Mompantero, rappresentata dal Sindaco Piera Favro e dagli assessori, ci siamo ritrovati con parenti ed amici presso il Ristorante “Da Camillo” per un simpatico convivio.
Una forte emozione ha pervaso il cuore di tutti quando il Sindaco Favro, nel ringraziare i Sindaci presenti, ha ricordato la bella figura del Presidente Nino Allemano, instancabile promotore di questa giornata negli anni trascorsi. Una foto ricordo del nostro caro socio sarà collocata presso il rifugio “La Riposa” a perenne ricordo.
Con lo scambio dei doni tra i tre Sindaci e l’augurio che il prossimo anno partecipi anche Usseglio, si è concluso il nostro appuntamento annuale.

Eligio Alasonatti

 

Privacy Policy